Ragazza pakistana:fidanzato,non sentita

"Non l'ho ancora sentita, non so dove sia adesso, ma spero di poter vederla presto". Risponde così al telefono Christian, il 19enne pakistano fidanzato di Farah, la ragazza residente a Verona, portata in patria con l'inganno dai genitori e costretta ad abortire, ritornata oggi in Italia con un volo da Islamabad. Farah, secondo quanto si apprende, è in viaggio per Verona, per essere sentita brevemente in Questura, prima di essere trasferita in un luogo segreto e protetto. A Verona risiede ancora il padre della ragazza - atteso nella primavera 2019 da un'udienza in Tribunale per l'accusa di maltrattamenti in famiglia - ed un fratello, che gestisce con il genitore due negozi di riparazione di telefoni. Il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, ha ringraziato in un tweet l' ambasciata e autorità Pakistan "Farah è finalmente tornata in Italia e si trova adesso in un luogo sicuro. Grazie al lavoro diplomatico dell'ambasciata italiana a Islamabad e alla collaborazione con le autorità pakistane".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. VeronaSettegiorni
  2. Ultimissime Mantova
  3. Ultimissime Mantova
  4. Ultimissime Mantova
  5. L'Arena

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Erbè

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...